Home Page de PersonalFin.it


Finanziamenti e prestiti per lavoratori a tempo determinato


Finanziamenti e prestiti per lavoratori con contratto a tempo determinato


> Finanziamenti e prestiti personali a lavoratori a tempo determinato: a cosa ci riferiamo? Quella dei lavoratori che hanno un contratto di lavoro a tempo determinato si inserisce nel grandissimo filone del mondo del precariato che, in verità, abbiamo già in parte trattato ad esempio a proposito dei prestiti per lavoratori interinali. Il fenomeno è talmente vasto che, pensate, a metà del 2018, il 14% di tutti i lavoratori ha contratti a tempo determinato e, addirittura, la percentuale sale al 50% se consideriamo i giovani cioè la fascia di lavoratori compresa tra i 15 ed i 25 anni (fonte dati: Istat). Anche le previsioni non sono rosee: nei prossimi anni assisteremo ad un vero e proprio boom dei contratti di lavoro a tempo determinato... Se questa è la realtà, la domanda è: ho un contratto a tempo determinato posso richiedere un prestito?

> Finanziamenti con busta paga a tempo determinato: quali sono? Prima di citarli, permetteteci un'osservazione! Il vero quesito, stando così le cose, dovrebbe essere un altro: posto che il lavoro a termine od a tempo determinato sarà in continuo aumento, cosa ha intenzione di fare il sistema bancario per adeguarsi a questa nuova forma di mercato del lavoro? La risposta, deve, necessariamente, esser data in primo luogo dal sistema politico di concerto con quello bancario ed assicurativo... Noi, per ora, possiamo solo dirvi quali sono e con quali limiti, oggi, al 2019, vengono erogati prestiti lavoratori a tempo determinato. Iniziamo col rispondere alla domanda di cui sopra (ho un contratto... ...posso richiedere un prestito): certo! A chi debbo chiederlo? R: non staremo ad indicarvi alcuna banca o finanziaria in particolare, in quanto, a certe condizioni, lo fanno tutti (Agos, Findomestic, Bancoposta, ecc. ecc.), ma con un grosso limite oltrepassato il quale il lavoratore a tempo determinato ha bisogno, cioè deve presentare ulteriori garanzie.

> Piccoli prestiti contratto determinato: perchè? Abbiamo usato l'aggettivo al plurale de "piccoli", in quanto in questo periodo il prestito ad un lavoratore a tempo determinato viene letteralmente "relegato" tra i piccoli prestiti: in pratica, la durata del finanziamento che possono accordare ad un lavoratore a tempo determinato NON può superare la durata del contratto di lavoro... Questo è, al contempo, il vero limite nonchè problema di un prestito diretto a chi ha un contratto di lavoro a tempo determinato! Pensate, ad es., a dei prestiti con contratto di 6 mesi: beh, che tipo di somma posso ricevere se la devo rimborsare in 6 mesi? Capita l'antifona... Le cose andranno meglio se avete almeno un contratto biennale... Cosa fare in questi casi, cioè come ottenere finanziamenti maggiori sia per importo che per tempi di rimborso? Ebbene, purtroppo la soluzione più agevole è quella del garante: solo la sua presenza garantisce l'erogazione di normali prestiti lavoratori contratti tempo determinato. E se il garante manca? Vediamo...

> Prestiti con contratto a tempo determinato senza garante: vediamo quali sono alcune garanzie alternative ed alle quali far fronte in mancanza di un terzo garante! La prima di queste garanzie, sfruttabile se si hanno dei beni mobili od immobile, anche di terzi soggetti, è il finanziamento ipotecario, cioè permettere, autorizzare l'iscrizione di un'ipoteca su una casa, un terreno, un'autorimessa etc. Lo stesso dicasi per l'iscrizione ipotecaria su un bene mobile (per es. autoveicoli) che, laddove non sia suscettibile di iscrizione ipotecaria può essere dato in pegno. Altra via da percorrere per l'ottenimento di prestiti personali a lavoratori a tempo determinato è quella del prestito cambiario che tuttavia non è trattato da qualsiasi istituto di credito. NB: a differenza del garante, le altre soluzioni proposte non sono a portata di mano di tutte le banche e finanziarie. Per questo motivo, ove sia utile, vi indichiamo una risorsa presso la quale troverete chi eroga queste forme di credito su prestiti con cambiali e chi li eroga nel 2019