Home Page de PersonalFin.it


Prestiti con contratto di 6 mesi


Prestito con contratto a 6 mesi e come ottenerlo


> Domanda: con un contratto a 6 mesi è possibile ottenere un finanziamento?
R.: Si! A certe condizioni è possibile ottenerlo! Vediamo di cosa parliamo cioè a chi è diretto, alle problematiche sottese ed alle soluzioni previste. Una premessa: quando parliamo di prestiti con contratto di 6 mesi ci riferiamo al vastissimo mondo del precariato, il quale include in serie di forme contrattuali variamente chiamate come ad esempio contratto di apprendistato, di collaborazione o cococo, a progetto (o ex cocopro), a chiamata, atipico, di tirocinio, in prova etc. etc. Tutti questi contratti di lavoro hanno un comune denominatore: sono a termine ovvero a tempo determinato.
Ne abbiamo già parlato su finanziamenti e prestiti per lavoratori a tempo determinato...

> Prestito con contratto a 6 mesi: la breve scadenza (sei mesi) in rapporto al periodo di rimborso. Il problema non è di natura tecnica, cioè esistono già degli istituti di credito che fanno prestiti a 6 mesi quindi rimborsabili in sei rate, per es. la Agos, al presente 2019, permette di pagare fino a 3000 euro in 6 rate mensili... Il vero problema di un finanziamento a 6 mesi, nel nostro caso, è la scadenza dell'ultima rata che non puo andare oltre la scadenza del contratto! Ora, finchè, ad es., è un prestito con contratto di 3 anni non ci dovrebbero essere problemi: tre anni significa pagare il finanziamento in ben 36 rate... Ma se consideriamo un prestito con contratto annuale già diventa problematico ottenerlo: figuriamoci quello che poggia su un contratto di 6 mesi... In questo caso, dovremmo fare, chiedere, il prestito nei primissimi giorni lavorativi, cioè non appena assunti: chiederlo 1, 2 o 3 mesi dopo l'assunzione, significa ottenere un rifiuto del finanziamento, in quanto nessuno fa prestiti pagabili a 3 mesi! Ma anche a chiederlo in tempo, che tipo di prestito ci possono accordare se lo dobbiamo pagare in 6 mesi (6 rate)? La risposta è un piccolissimo (non piccolo) prestito... Difficilmente ci accorderebbero oltre 2-3000 euro! Per questo che, in caso di contratto a 6 mesi, dobbiamo concentrarci su altre soluzioni, a partire dal (eventuale) rinnovo del contratto.

> Prestiti con contratto di 6 mesi: cosa c'entra il rinnovo? Ebbene, la domanda da porci è: il mio contratto semestrale verrà o non verrà rinnovato? 1) se NON sarà rinnovato, seguono altre garanzie; 2) se, invece, il datore di lavoro ci garantisce che verrà rinnovato, allora abbiamo una prima garanzia la quale può essere esplicata nel seguente modo: il datore può farci da garante per un periodo di rimborso che coincide con il od i rinnovi (se sono più di uno), garantendo personalmente per quel periodo anche dimostrando adeguata documentazione dalla quale si evince la volontà di rinnovare il contratto per tot periodi (1, 2, 3 etc.). In questo caso, la banca accorderà un finanziamento che coinciderà con i periodi di rinnovo: per esempio, un contratto di 6 mesi, rinnovato per 3 volte significa un prestito da rimborsare in 24 rate (2 anni)... Se manca il rinnovo, beh, abbiamo una serie di soluzioni che sono comuni a qualsiasi finanziamento che sia assistito da garanzie accessorie e non solo nel prestito con contratto a 6 mesi. Vediamole insieme...

> Prestiti con contratto di 6 mesi: soluzioni alternative. La prima alternativa, la più ovvia, è la presenza di un terzo garante che, nel nostro caso, può essere il datore di lavoro: egli, se vuole, può garantirci anche oltre il termine di rinnovo, per esempio, potrebbe garantirci uno o due anni in più... Come anticipato, le altre soluzioni non sono specifiche per chi ha un contratto di 6 mesi (queste le abbiamo su proposte), ma riguardano un pò tutte quelle forme di credito che non hanno un reddito adeguato al richiesto finanziamento. Dunque, al di fuori del nostro datore, qualsiasi persona può farci da terzo garante. Poi, chi ha a disposizione un immobile, anche di proprietà di un terzo, può ottenere un mutuo liquidità che è una sorta di prestito personale ma garantito dall'immobile mediante ipoteca. Infine, non resta che indicare la forma più estrema di credito: il prestito a cambiali, sul quale si possono ottenere maggiori info su prestiti con cambiali e chi li fa nel 2019.
Correlate: prestiti per lavoratori in nero