Home Page de PersonalFin.it


Prestiti a pensionati ultraottantenni


Finanziamenti per ultraottantenni: come erogare dei prestiti per pensionati ultraottantenni


> Prestiti a ultraottantenni: a cosa ci riferiamo e con quale finanziamento ottenerli? Anzitutto con l'aggettivo ultraottantenni ci riferiamo a tutti quei soggetti che hanno almeno 81 anni, quindi l'argomento è per tutti quegli anziani che partono dai predetti anni, in poi. Considerando che il nostro paese invecchia sempre di più, stiamo parlando di qualche milione di italiani, talchè indicando i finanziamenti per ultraottantenni non ci riferiremo soltanto al prestito a 81 anni ma daremo per scontato che a chiedere una qualche forma di credito sia riferibile pure ai prestiti a 82 anni, e continuando potremmo pure citare il prestito a 83 - 84 anni... e così via finchè non arriviamo ad una vera e propria "barriera" legale che però riguarda solo il pensionato che vuole cedere la pensione. Di quale barriera parliamo? Si chiama: cessione del quinto fino a 88 anni! E' proprio così: oltre i predetti anni non sarà più possibile cedere la quota della propria pensione. Anche perchè è problematico trovare istituti che finanziano un ultraottantottenne (sono pochi ma ci sono). Mentre al di fuori dell'ipotesi della cessione, in teoria, possiamo finanziare anche degli ultracentenari... Spetterà decidere, in questi casi, al pensionato cosa fare, possibilmente di concerto ai suoi familiari (e spiegheremo anche il perchè).

> Prestiti a pensionati ultraottantenni: cose da sapere! Finchè gli 81 - 82 anni rappresentano la fine della cessione, diciamo che con gli oneri ci si può ragionare... Se, viceversa, si ha intenzione di cedere la pensione proprio quando si è ultraottantenni le cose cambiamo e di parecchio. E' bene sapere che, sì, danno l'opportunità di cedere la quota a 83 - 84 anni od oltre, ma questa (la cessione) ha dei costi esorbitanti legati alla polizza di assicurazione che derivano proprio dalla veneranda età del pensionato. Pensate che ad oggi pendono alcuni procedimenti per il reato di usura, talmente sono alti i costi a livello di taeg. Il motivo degli altissimi oneri, man mano che aumentano gli anni, è legato al fatto che, probabilmente, il pensionato non sarà più in vita quando il finanziamento terminerà: in questo caso, le restanti rate saranno pagate dalla compagnia assicuratrice... Che fare, come finanziare allora i pensionati ultraottantenni?

> Prestiti a ultraottantenni: tre diversi modi per finanziarli. Tutti e tre i modi presentano pro e contro! 1) cedendo la pensione. Pro: è un finanziamento che fanno anche agli ultraottantenni, senza problemi; Contro: come accennato, ha dei costi onerosi. 2) questo secondo modo, avviene al di fuori della cessione. Pro: presenta i normali oneri di un prestito personale quindi non è un prestito costoso; Contro: per via dell'alto numero di anni del pensionato, ha bisogno di terze garanzie, possibilmente un garante che, di solito, è uno o più degli eredi; 3) il prestito vitalizio. Pro: non ha bisogno di cedere la pensione, nè di garanzie, nè, tantomeno, il pagamento di rate; Contro: può essere fatto solo se il pensionato ha una casa di proprietà accatastata a civile abitazione ed in più danneggia gli eredi i quali, a dipartita avvenuta, se non pagano la banca, perdono la casa. A questo punto, cosa fare? Ebbene, sta all'ultraottantenne insieme ai parenti optare per una delle soluzioni proposte. Noi, dal canto nostro, possiamo indicarvi prima, le poche banche e finanziarie che fanno Prestiti a ultraottantenni su prestiti per pensionati fino a 90 anni poi, nel caso nr. 2, come erogare prestiti a ultraottantenni ricorrendo ai prestiti a pensionati senza cessione del quinto. Mentre, sconsigliamo in caso di cui al nr. 3!
> Correlate: prestiti personali rimborsabili in 15 anni